Uniqlo: un negozio da visitare!


La moda giapponese a Milano.

Uniqlo: un negozio da visitare! Avete capito bene, che vogliate o meno fare shopping, se amate il Giappone si merita una visita. Si tratta del primo negozio fast fashion giapponese aperto in Italia, svetta su tre piani in Piazza Cordusio ed entrando si assapora subito un’ atmosfera particolare. Dunque questo venerdì recensione "on the road", non si sa mai che vi torni utile per un weekend milanese.

La catena è principalmente conosciuta per i suoi coloratissimi maglioncini di alta qualità a basso costo, ma la vera sorpresa è il reparto dedicato a t-shirt e felpe. Qui stampe della cultura pop, colori e temi che spaziano dal cinema ai manga, incantano come una visita al tuo museo preferito.

Se appena entrati sembra il solito negozio carino, con un ordine quasi maniacale e colori delicati sapientemente accostati l’uno all’ altro, proseguendo sembra di passeggiare tra i modernissimi palazzi di Tokyo, con schermi giganti, luci e arredamento futurista. Insomma una parte rispecchia perfettamente la pacatezza e l' armonia del popolo giapponese, l'altra la velocità e il dinamismo delle sue strade affollate; un pò come l'incrocio di Shibuya.

Uniqlo contrasto di stili

La particolarità è che nel percorso guidato che ti induce a fare l’allestimento del negozio, ti trovi a chiudere la “visita” con un viaggio oltreoceano. L’ultima sala infatti ospita un’intera collezione ispirata all’arte giapponese della stampa con matrici in legno. Nello specifico si tratta di alcune tra le più famose xilografie a colori di artisti del periodo Edo (1603-1868), attualmente conservate al Museum of Fine Arts di Boston. La collezione, pensata per il mondo maschile, si chiama EDO UKIYO-E (浮世絵  "ukiyo-e" significa “immagine del mondo fluttuante”) e vanta diverse tra t-shirt e felpe, che in negozio sono comunque sapientemente presentate anche per abbinamenti femminili con gonna o pantaloni a vita alta.

Molto interessante è la modalità di esposizione, dove capi di abbigliamento, riproduzioni delle tavole in legno originali e totem esplicativi coesistono insieme. Il risultato è un forte impatto comunicativo che da l'idea di trovarsi nello shop di un museo piuttosto che in una catena fast fashion.

Affascinata da tutto questo, ho fatto qualche ricerca per scoprire di più sugli artisti. Oltre a Sharaku, di cui c’è una torretta esplicativa in negozio, credo che gli altri siano Hokusai, Hiroshige  e Kunisada. Sono tutti piuttosto famosi soprattutto per via delle loro immagini del “mondo fluttuante”, le "classiche stampe" che un pò tutti associamo al Giappone per intenderci. Ammetto però di non essere troppo preparata in materia, dunque se avete correzioni da fare o volete aggiungere qualcosa, sarò ben felice di leggervi.

Uniqlo arte e shopping
T. Sharaku, famoso per i suoi visi specie di lottatori di sumo

Insomma, se siete amanti del Paese del Sol Levante e passate per Milano non potete esimervi da una visitina. Non ne uscirete indenni! E vi stupirà come, nonostante l'ordine, vi sia permesso toccare ogni capo, nella più totale cortesia del personale! In alternativa potete acquistare sul loro sito ufficiale.

Buon weekend e buoni acquisti ;-)


Se vi è piaciuto questo articolo vi consiglio anche Furoshiki, l'arte giapponese di incartare i regali (e non solo) con un foulard.


Lascia un commento


Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima della pubblicazione