Oeko-Tex®


Significato dell'etichetta che troviamo su alcuni prodotti tessili.

Sicuramente vi sarà capitato di vedere sulle confezioni degli articoli tessili più disparati questa etichetta o altre simili che riportano comunque la dicitura Oeko-Tex®.

Fino a qualche mese fa, prima di intraprendere questo lavoro, ammetto che io stessa l’avevo notata su alcuni articoli di Primark e di Jysk ma non mi ero mai soffermata a capirne il significato. In effetti come consumatrice, sono sempre stata poco attenta a questo genere di cose, affidandomi piuttosto all’ estetica, al gusto personale, al tatto e alla vista. Nell’ ultimo periodo invece, passando dall’ altra parte della barricata e dovendo dunque trovare articoli che sono io a vendere al consumatore finale, ho iniziato a prestare molta attenzione a ciò che si trova sul mercato e così una delle prime cose in cui mi sono imbattuta è proprio questo famigerato Oeko-Tex®. Ma di che cosa si tratta esattamente?

E’ una certificazione tessile facoltativa, uniforme a livello internazionale, che riguarda non solo la qualità e la sicurezza del tessuto di per sé, ma di tutto il processo di lavorazione dello stesso nonché i materiali accessori utilizzati. Chi richiede tale certificazione, viene sottoposto a severi controlli e test di laboratorio che verificano il rispetto di una lunga lista di requisiti essenziali: sono infatti molte le sostanze considerate nocive e dunque non sicure per il consumatore finale. Un accento viene inoltre posto sull’ecosostenibilità dell’intero processo produttivo, nel tentativo di salvaguardare e rispettare anche l’ambiente. Una volta ottenuta tale certificazione, vengono effettuate verifiche periodiche per accertare il mantenimento degli standard nel tempo, pena la revoca della certificazione stessa. In tal modo oltre a garantire la sicurezza di ciò che indossiamo o usiamo nel quotidiano, si va creando una costante sensibilità e attenzione verso l’intera filiera tessile.

Ogni test effettuato varia in base al tipo e alla destinazione d’uso del tessuto; la sua severità è direttamente proporzionale al contatto che l’ articolo avrà con la pelle e alla sensibilità di quest’ ultima: ciò significa, ad esempio, che un body per neonato dovrà rispondere a requisiti più severi rispetto a quelli di una t-shirt per adulti, così come una t-shirt dovrà rispondere a requisiti maggiori rispetto ad una coperta. In base a tale severità, avremo diverse tipologie di certificazione Oeko-Tex®:

  • Standard 100 by Oeko-Tex®
  • Leather standard by Oeko-Tex®
  • Made in Green by Oeko-Tex®
  • The STeP by Oeko-Tex®
  • Detox to Zero by Oeko-Tex®
  • Eco Passport by Oeko-Tex®

A partire dallo Standard 100 che a voler semplificare il concetto, è la certificazione base, arrivando all’ Eco Passport che prevede la massima attenzione sia per il consumatore che per l’ambiente, si tratta in ogni caso di standard elevatissimi che vanno ben oltre gli obblighi minimi previsti dalle vigenti norme italiane, europee ed internazionali in materia tessile.

Vien da sé, che dopo aver appreso tutto ciò, ho scelto come primo articolo da immettere sul mercato, una copertina neonato rigorosamente certificata Oeko-Tex® Standard 100. Inoltre da consumatrice, ora se sono incerta tra due prodotti mi impegno dove possibile ad acquistare quello certificato: è un atto di rispetto verso noi stessi e verso l’ambiente che ci circonda.

Va comunque ricordato che l’assenza di tali certificazioni non significa automaticamente scarsa qualità o mancata sicurezza.

Fonti:

https://www.oeko-tex.com/en/our-standards

https://www.centrocot.it/oeko-tex


Lascia un commento


Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima della pubblicazione